Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Grössere Schrift
 
 
Bundesgericht
Tribunal fédéral
Tribunale federale
Tribunal federal
 
 
 
 
{T 0/2}
 
5A_375/2015
 
 
 
 
Sentenza del 12 maggio 2015
 
II Corte di diritto civile
 
Composizione
Giudice federale von Werdt, Presidente,
Cancelliera Antonini.
 
Partecipanti al procedimento
A.________,
patrocinato dall'avv. Jean-Maurice Jordi,
ricorrente,
 
contro
 
B.________,
patrocinata dall'avv. Matteo Quadranti,
opponente.
 
Oggetto
capacità di rappresentanza del patrocinatore,
 
ricorso contro la sentenza emanata il 3 aprile 2015
dalla I Camera civile del Tribunale d'appello del
Cantone Ticino.
 
 
Considerando:
che, nella procedura di esecuzione di una sentenza di divorzio promossa da B.________ nei confronti dell'ex marito A.________, con decisione 5 febbraio 2015 il Pretore del Distretto di Lugano ha respinto un'istanza del convenuto tendente a vietare all'avv. Matteo Quadranti di patrocinare l'attrice e ad accertare la nullità della domanda di esecuzione;
che con sentenza 3 aprile 2015 la I Camera civile del Tribunale d'appello del Cantone Ticino ha respinto il rimedio introdotto da A.________ contro la decisione pretorile;
che con ricorso in materia civile 6 maggio 2015 A.________ è insorto al Tribunale federale, postulando di annullare la predetta sentenza cantonale e " in via preliminare " di ritornare l'incarto al Pretore, rispettivamente " nel merito " di vietare all'avv. Matteo Quadranti di patrocinare l'attrice e di accertare la nullità della domanda di esecuzione;
che il ricorrente postula pure il conferimento dell'effetto sospensivo al suo gravame;
che la sentenza impugnata, statuente unicamente sul presupposto processuale della capacità di rappresentanza del patrocinatore della qui opponente, costituisce una decisione incidentale notificata separatamente, non concernente la competenza o una domanda di ricusazione, che può essere immediatamente impugnata al Tribunale federale unicamente alle condizioni poste dall'art. 93 cpv. 1 LTF (v. sentenza 5A_47/2014 del 27 maggio 2014 consid. 2-4), ossia se essa può causare un pregiudizio irreparabile (lett. a) oppure se l'accoglimento del ricorso comporterebbe immediatamente una decisione finale consentendo di evitare una procedura probatoria defatigante o dispendiosa (lett. b);
che incombe alla parte ricorrente dimostrare l'adempimento dei presupposti dell'art. 93 cpv. 1 LTF, a meno che ciò non appaia con evidenza dalla decisione impugnata o non sia manifestamente insito nella natura medesima della vertenza (DTF 138 III 46 consid. 1.2 con rinvii);
che nel caso concreto il ricorrente parte dall'errato presupposto secondo cui la sentenza da lui contestata sia finale e non spende pertanto una parola per dimostrare che le condizioni poste dall'art. 93 cpv. 1 LTF per l'impugnazione immediata di decisioni incidentali sarebbero soddisfatte, né tale eventualità appare evidente di primo acchito (v. sentenza 5A_47/2014 del 27 maggio 2014 consid. 4);
che in queste circostanze il ricorso si appalesa manifestamente inammissibile e può essere deciso nella procedura semplificata dell'art. 108 cpv. 1 lett. a LTF;
che con l'evasione del gravame la domanda di conferimento dell'effetto sospensivo al ricorso diviene priva di oggetto;
che le spese giudiziarie sono poste a carico del ricorrente (art. 66 cpv. 1 LTF);
 
 
per questi motivi, il Presidente pronuncia:
 
1. 
Il ricorso è inammissibile.
 
2. 
Le spese giudiziarie di fr. 1'000.-- sono poste a carico del ricorrente.
 
3. 
Comunicazione ai patrocinatori delle parti e alla I Camera civile del Tribunale d'appello del Cantone Ticino.
 
 
Losanna, 12 maggio 2015
 
In nome della II Corte di diritto civile
del Tribunale federale svizzero
 
Il Presidente: von Werdt
 
La Cancelliera: Antonini
 
 
Drucken nach oben