Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Grössere Schrift
 
 
Bundesgericht
Tribunal fédéral
Tribunale federale
Tribunal federal
 
 
 
 
{T 0/2}
 
4A_669/2015
 
 
 
 
Sentenza del 17 dicembre 2015
 
I Corte di diritto civile
 
Composizione
Giudice federale Kiss, Presidente,
Cancelliere Piatti.
 
Partecipanti al procedimento
A.________,
patrocinato dall'avv. dott. Massimo Macconi,
ricorrente,
 
contro
 
B.________Lda,
patrocinata dall'avv. Stefano Codoni,
opponente.
 
Oggetto
assunzione di prove a titolo cautelare,
 
ricorso contro la decisione emanata il 6 novembre 2015 dal Presidente della III Camera civile del Tribunale d'appello del Cantone Ticino.
 
 
Considerando:
che il Presidente della III Camera civile del Tribunale di appello del Cantone Ticino ha accolto, con giudizio del 6 novembre 2015, l'istanza di assunzione di prove a titolo cautelare del 16 marzo 2015 promossa dalla B.________Lda nei confronti di A.________;
che A.________ č insorto al Tribunale federale con ricorso in materia civile del 7 dicembre 2015, postulando l'annullamento della predetta decisione;
che non č stato ordinato uno scambio di scritti;
che i giudizi su domande di assunzione di prove a titolo cautelare sono decisioni cautelari nel senso dell'art. 98 LTF contro le quali il ricorrente puň unicamente invocare una violazione di diritti costituzionali (DTF 138 III 46 consid. 1.1, 555 consid. 1);
che giusta l'art. 106 cpv. 2 LTF il Tribunale federale esamina la violazione di diritti fondamentali e costituzionali soltanto se il ricorrente ha sollevato e partitamente motivato tale censura (v. sulle esigenze di motivazione di un ricorso diretto contro una misura cautelare DTF 135 III 232 consid. 1.2);
che nella fattispecie il ricorrente, pur menzionando l'art. 98 LTF, si limita a prevalersi di una semplice violazione del diritto federale e segnatamente dell'art. 158 CPC, ma omette di indicare un qualsiasi diritto costituzionale reputato violato;
che pertanto il ricorso, manifestamente non motivato in modo sufficiente, si rivela inammissibile e va deciso dalla Presidente della Corte adita nella procedura semplificata (art. 108 cpv. 1 lett. a LTF);
che le spese giudiziarie seguono la soccombenza (art. 66 cpv. 1 LTF);
 
 
 per questi motivi, la Presidente pronuncia:
 
1. 
Il ricorso č inammissibile.
 
2. 
Le spese giudiziarie di fr. 500.-- sono poste a carico del ricorrente.
 
3. 
Comunicazione ai patrocinatori delle parti e al Presidente della III Camera civile del Tribunale d'appello del Cantone Ticino.
 
 
Losanna, 17 dicembre 2015
 
In nome della I Corte di diritto civile
del Tribunale federale svizzero
 
La Presidente: Kiss
 
Il Cancelliere: Piatti
 
 
Drucken nach oben