Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Grössere Schrift
 
[AZA 7]
H 148/00 Ws
IVa Camera
 
composta dei giudici federali Borella, Rüedi e Leuzinger;
Scartazzini, cancelliere
 
Sentenza del 22 agosto 2000
 
nella causa
K.________, ricorrente,
 
contro
Cassa cantonale di compensazione AVS/AI/IPG, Via Canonico Ghiringhelli 15a, Bellinzona, opponente,
 
e
Tribunale cantonale delle assicurazioni, Lugano
 
Fatti :
 
A.- Con decisione 9 giugno 1999 la Cassa di compensazione del Cantone Ticino ha stabilito i contributi AVS/AI/IPG dovuti da K.________ per l'attività lucrativa indipendente di assicuratore, esercitata durante il biennio 1996/1997, fondandosi su un reddito aziendale di fr. 48 504.-, cui ha aggiunto la media dei contributi dovuti negli anni di computo, pari a fr. 410.-, nonché dedotto un interesse del 5,5 % del capitale investito di fr. 5000.-, pari ad un importo di fr. 275.-. I contributi, fissato il reddito determinante in fr. 48 639.-, sono stati calcolati sulla base della tassazione fiscale IFD 1995/1996.
 
B.- Contro il provvedimento amministrativo l'interessato è insorto con ricorso al Tribunale delle assicurazioni del Cantone Ticino, chiedendo che venisse preso in considerazione il fatto che durante il periodo 1987-1996 egli aveva subito una perdita di fr. 384 523.- nella sua attività accessoria quale gestore di un club di tennis.
Con giudizio 24 febbraio 2000 l'autorità di ricorso cantonale ha respinto il gravame. Il giudice ha considerato che l'insorgente non adempiva i presupposti necessari per l'applicazione al suo caso della procedura straordinaria di calcolo dei contributi per gli assicurati indipendenti. Ha comunque disposto che gli atti fossero ritornati alla Cassa affinché si pronunciasse sulle possibilità di una dilazione di pagamento o di una riduzione dei contributi ai sensi di legge.
 
C.- K.________ interpone al Tribunale federale delle assicurazioni avverso la pronunzia cantonale un ricorso di diritto amministrativo con il quale ribadisce le argomentazioni e le conclusioni esposte in sede cantonale.
La Cassa propone la reiezione dell'impugnativa, mentre l'Ufficio federale delle assicurazioni sociali ha rinunciato a determinarsi.
 
Diritto :
 
1.- Il ricorrente chiede in sostanza l'applicazione della procedura straordinaria di calcolo dei contributi invocando le perdite accumulate durante l'esercizio della propria attività indipendente accessoria.
Qualora la lite non verta sull'assegnazione o il rifiuto di prestazioni assicurative, il Tribunale federale delle assicurazioni deve limitarsi ad esaminare se il giudizio di primo grado abbia violato il diritto federale, compreso l'eccesso o l'abuso del potere d'apprezzamento, oppure se l'accertamento dei fatti sia manifestamente inesatto, incompleto od avvenuto violando norme essenziali di procedura (art. 132 OG in relazione con gli art. 104 lett.
a e b e 105 cpv. 2 OG).
 
2.- Nei considerandi dell'impugnato giudizio, ai quali può essere fatto riferimento, la Corte cantonale ha indicato in modo pertinente e completo quali siano i presupposti legali, di ordinanza e quelli sviluppati dalla giurisprudenza che devono essere adempiuti per poter applicare la procedura straordinaria di calcolo dei contributi per gli indipendenti (art. 9 cpv. 2 LAVS e art. 25 cpv. 1 OAVS; DTF 106 V 76 consid. 3a; SVR 1994 AVS no. 4 pag. 7 consid. 2.3). In particolare è stato rilevato che deve trattarsi di una modifica sostanziale del reddito, che i mutamenti durevoli, decisivi giusta l'art. 25 cpv. 1 OAVS, norma di eccezione da non interpretare in senso estensivo, devono aver influito sensibilmente sull'importo del reddito dell'assicurato, la modifica del reddito essendo sensibile se la variazione del medesimo è di almeno il 25 % (RCC 1992 pag. 500 consid. 2b/cc, 1984 pag. 508 consid. 3b e sentenze ivi citate; cfr. pure DTF 110 V 9 consid. 3b). Il mutamento della qualifica giuridica di una parte del reddito non costituisce un motivo sufficiente per applicare la procedura straordinaria (RCC 1988 pag. 36 consid. 3b, 1980 pag. 210 consid. 2), né si può tener conto di semplici fluttuazioni dovute alla congiuntura, attribuibili segnatamente a perdite subite (RCC 1992 pag. 500 consid. 2b/aa e sentenze ivi citate). Va infine rilevato che l'applicazione della procedura straordinaria di calcolo presuppone l'esistenza di un nesso causale tra la modifica delle basi di reddito e l'influsso sull'importo del reddito medesimo (Käser, Unterstellung und Beitragswesen in der obligatorischen AHV, seconda edizione, pag. 284 no. 14.57 e pag. 286 no. 14.62).
 
 
 
3.- La precedente istanza ha pure applicato correttamente i menzionati principi alla fattispecie concreta, per cui basta rinviare a quanto esposto nel giudizio querelato.
Con il ricorso di diritto amministrativo l'insorgente nulla eccepisce che possa essere suscettibile di rimettere in forse le convincenti conclusioni del Tribunale cantonale.
In particolare, egli non dimostra in alcun modo per quali motivi l'applicazione della procedura ordinaria sarebbe nel caso in esame censurabile. Ne deriva che il ricorso si appalesa infondato.
 
4.- Non trattandosi in concreto di una lite avente per oggetto l'assegnazione o il rifiuto di prestazioni assicurative, la procedura non è gratuita (art. 134 OG e contrario).
Visto l'esito della vertenza, in cui l'insorgente soccombe, le spese processuali sono poste a suo carico (art. 135 e 156 cpv. 1 OG).
 
Per questi motivi, il Tribunale federale delle assicurazioni
 
pronuncia :
 
I.Il ricorso di diritto amministrativo è respinto.
 
II.Le spese di procedura federale, per un importo complessivo di fr. 1000.-, sono poste a carico del ricorrente e saranno compensate con le garanzie
 
 
prestate da quest'ultimo.
III. La presente sentenza sarà intimata alle parti, al Tribunale cantonale delle assicurazioni, Lugano, e all'Ufficio federale delle assicurazioni sociali.
 
 
Lucerna, 22 agosto 2000
In nome del
Tribunale federale delle assicurazioni
Il Presidente della IVa Camera:
 
Il Cancelliere:
 
 
Drucken nach oben