Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Gr÷ssere Schrift
 
Bundesgericht
Tribunal fÚdÚral
Tribunale federale
Tribunal federal
 
{T 0/2}
5A_416/2011
 
Sentenza del 24 giugno 2011
II Corte di diritto civile
 
Composizione
Giudice federale Hohl, Presidente,
Cancelliera Antonini.
 
Partecipanti al procedimento
A.________,
ricorrente,
 
contro
 
B.________,
patrocinata dall'avv. Matteo Quadranti,
opponente.
 
Oggetto
provvedimenti cautelari (divorzio),
 
ricorso contro la decisione emanata il 18 aprile 2011
dal Pretore della Giurisdizione di Mendrisio-Nord.
 
Considerando :
che nel quadro dei provvedimenti cautelari emanati nella procedura di divorzio tra A.________ e B.________ il Pretore della Giurisdizione di Mendrisio-Nord ha disciplinato, con decisione 18 aprile 2011, il diritto di visita di A.________ nei confronti della figlia C.________;
che con ricorso in materia civile del 20 giugno 2011 A.________ Ŕ insorto al Tribunale federale chiedendo di riformare la decisione pretorile segnatamente nel senso di estendere il suo diritto di visita e postulando altresý di essere posto al beneficio dell'assistenza giudiziaria;
che giusta l'art. 75 cpv. 1 LTF il ricorso in materia civile Ŕ ammissibile unicamente contro le decisioni pronunciate dalle autoritÓ cantonali di ultima istanza e dal Tribunale amministrativo federale;
che in concreto giusta l'art. 308 segg. del codice di diritto processuale civile svizzero del 19 dicembre 2008 (CPC; RS 272) la decisione in materia di provvedimenti cautelari del Pretore della Giurisdizione di Mendrisio-Nord poteva essere impugnata mediante appello all'autoritÓ giudiziaria superiore cantonale (come emerge anche dalla decisione impugnata);
che pertanto il presente gravame non rispetta il requisito dell'esaurimento delle istanze ricorsuali cantonali posto dall'art. 75 cpv. 1 LTF;
che di conseguenza il ricorso si rivela manifestamente inammissibile e pu˛ essere deciso dalla Presidente della Corte nella procedura semplificata (art. 108 cpv. 1 lett. a LTF);
che in queste circostanze la domanda di assistenza giudiziaria deve essere respinta per mancanza di possibilitÓ di esito favorevole del ricorso, indipendentemente da un'eventuale indigenza del ricorrente (art. 64 cpv. 1 e 3 LTF);
che le spese giudiziarie seguono la soccombenza (art. 66 cpv. 1 LTF);
 
per questi motivi, la Presidente pronuncia:
 
1.
Il ricorso Ŕ inammissibile.
 
2.
La domanda di assistenza giudiziaria del ricorrente Ŕ respinta.
 
3.
Le spese giudiziarie di fr. 700.-- sono poste a carico del ricorrente.
 
4.
Comunicazione alle parti e al Pretore della Giurisdizione di Mendrisio-Nord.
 
Losanna, 24 giugno 2011
 
In nome della II Corte di diritto civile
del Tribunale federale svizzero
La Presidente: La Cancelliera:
 
Hohl Antonini
 
 
Drucken nach oben