Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Grössere Schrift
 
Bundesgericht
Tribunal fédéral
Tribunale federale
Tribunal federal
 
{T 0/2}
4D_99/2011
 
Sentenza del 26 gennaio 2012
I Corte di diritto civile
 
Composizione
Giudice federale Klett, Presidente,
Cancelliere Piatti.
 
Partecipanti al procedimento
A.________,
ricorrente,
 
contro
 
B.________,
patrocinato dall'avv. Alain Susin,
opponente.
 
Oggetto
mandato, ritardata giustizia;
 
ricorso sussidiario in materia costituzionale contro la sentenza emanata il 2 dicembre 2011 dalla Camera civile dei reclami del Tribunale d'appello del Cantone Ticino.
 
Considerando:
che con sentenza 18 febbraio 2008 il Segretario assessore della Pretura di Mendrisio Sud ha condannato A.________ a versare al dentista B.________ fr. 5'285.20;
che il 6 marzo 2008 la Camera di cassazione civile del Tribunale di appello del Cantone Ticino ha dichiarato irricevibile un ricorso per cassazione interposto da A.________ contro tale decisione;
che con sentenza 24 aprile 2008 la I Corte di diritto civile del Tribunale federale ha dichiarato inammissibile un ricorso in materia costituzionale presentato da A.________ contro la decisione della Camera di cassazione civile;
che con sentenza 2 dicembre 2011 la Camera civile dei reclami del Tribunale di appello del Cantone Ticino ha dichiarato irricevibile un reclamo "per ritardata giustizia" con cui A.________ si lamentava del rifiuto del Pretore della giurisdizione di Mendrisio Sud di - nuovamente - statuire sull'istanza del 27 maggio 2002 presentata da B.________, sfociata nella predetta sentenza di primo grado del 18 febbraio 2008 e ritenuta nulla dall'insorgente perché pronunciata dal Segretario assessore di tale Pretura;
che la Corte cantonale non ha ravvisato motivi di nullità, ha osservato l'assenza nel ricorso per cassazione di una qualsiasi censura attinente alla competenza del Segretario assessore e ha ritenuto definitive le decisioni emanate nel 2008;
che A.________ è insorta con ricorso in materia costituzionale del 13 dicembre 2011 al Tribunale federale, chiedendo a quest'ultimo di rinunciare a prelevare spese giudiziarie;
che con un ricorso in materia costituzionale può unicamente essere fatta valere la violazione di diritti costituzionali (art. 116 LTF);
che nell'atto di ricorso il ricorrente deve indicare, confrontandosi con i considerandi della sentenza impugnata, quali diritti costituzionali sono stati violati dalla Corte cantonale (art. 42 cpv. 2 e art. 106 cpv. 2 richiamato dall'art. 117 LTF; DTF 134 II 244 consid. 2.1);
che nella fattispecie la motivazione ricorsuale si esaurisce in una celata trascrizione letterale - fatta eccezione della loro numerazione - dei considerandi della DTF 134 I 184;
che l'appena menzionata sentenza è peraltro del tutto inidonea a dimostrare la pretesa nullità del giudizio emanato dal Segretario assessore, il Tribunale federale essendosi in tale pronunzia limitato ad annullare, e non a dichiarare nulla, una decisione cantonale regolarmente impugnata;
che pertanto il ricorso, nel quale la ricorrente si limita a riprodurre una sentenza di questo Tribunale e non si confronta con le considerazioni del giudizio impugnato, va dichiarato inammissibile nella procedura semplificata a causa della sua motivazione insufficiente (art. 108 cpv. 1 lett. b LTF);
che in queste circostanze l'implicita domanda di assistenza giudiziaria dev'essere respinta per mancanza di possibilità di esito favorevole del ricorso (art. 64 cpv. 1 e 3 LTF), indipendentemente da un'eventuale indigenza della ricorrente;
che le spese giudiziarie vengono quindi poste a carico della ricorrente soccombente (art. 66 cpv. 1 LTF);
 
per questi motivi, la Presidente pronuncia:
 
1.
Il ricorso è inammissibile.
 
2.
La domanda di assistenza giudiziaria della ricorrente è respinta.
 
3.
Le spese giudiziarie di fr. 300.-- sono poste a carico della ricorrente.
 
4.
Comunicazione alle parti e alla Camera civile dei reclami del Tribunale d'appello del Cantone Ticino.
 
Losanna, 26 gennaio 2012
 
In nome della I Corte di diritto civile
del Tribunale federale svizzero
 
La Presidente: Klett
 
Il Cancelliere: Piatti
 
 
 
 
Drucken nach oben