Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Gr÷ssere Schrift
 
Tribunale federale
Tribunal federal
 
{T 0/2}
2P.239/2002 /bom
 
Decreto del 26 novembre 2003
II Corte di diritto pubblico
 
Composizione
Giudice federale Wurzburger, presidente.
 
Parti
A.________ e B.________,
ricorrenti,
 
contro
 
Gran Consiglio del Cantone Ticino, 6501 Bellinzona.
 
Oggetto
art. 8, 9, 27 e 36, 49 Cost., art. 5 e 6 CEDU,
 
ricorso di diritto pubblico contro la legge sulla coltivazione della canapa e sulla vendita al dettaglio dei suoi prodotti (Lcan) proposta dal Consiglio di Stato e adottata dal Gran Consiglio del Cantone Ticino il 24 giugno 2002.
 
Il Presidente della II Corte di diritto pubblico,
premesso:
che il 16 ottobre 2002 A.________ e B.________, hanno presentato dinanzi al Tribunale federale un ricorso di diritto pubblico per contestare la costituzionalitÓ della legge ticinese sulla coltivazione della canapa e la vendita al dettaglio dei suoi prodotti, adottata il 24 giugno 2002 dal Gran Consiglio del Cantone Ticino;
che tutte le missive spedite a B.________ sono state ritornate al Tribunale federale con l'indicazione che il suo indirizzo non era pi¨ valido e che il suo nuovo recapito era sconosciuto;
che, il 19 dicembre 2002, il Tribunale federale ha comunicato ad A.________ che, per ovviare a questo inconveniente, d'ora in poi si sarebbe provveduto per il suo tramite per notificare gli atti destinati a B.________, presso il suo indirizzo;
che A.________, il quale non si Ŕ opposto a questo modo di procedere, nel seguito della procedura ha dichiarato agire a nome e per conto di entrambi i ricorrenti (cfr. replica del 2 febbraio 2003);
visto:
la lettera del 25 novembre 2003 con cui A.________ ha dichiarato di ritirare il gravame presentato il 16 ottobre 2002;
 
considerato:
che, quando il ricorso Ŕ ritirato, il Presidente della Corte adita dichiara il processo terminato mediante decreto nonchÚ statuisce sulle spese processuali e sull'assegnazione e l'ammontare delle ripetibili (art. 5 cpv. 2 e 73 cpv. 1 PC combinati con l'art. 40 OG);
che, in caso di desistenza, le spese processuali debbono essere poste, in linea di principio, a carico della parte ricorrente con l'applicazione di una tassa di giustizia ridotta (art. 153 cpv. 2 e 153a OG) e che, nella fattispecie, non v'Ŕ motivo per scostarsi da questo principio;
che non si assegnano ripetibili ad autoritÓ vincenti (art. 159 cpv. 1 e 2 OG);
decreta:
 
1.
La causa 2P.239/2002 Ŕ stralciata dai ruoli per desistenza.
2.
La tassa di giustizia di fr. 500.-- Ŕ posta a carico dei ricorrenti, in solido.
3.
Comunicazione ai ricorrenti e al Consiglio di Stato, in rappresentanza del Gran Consiglio del Cantone Ticino.
Losanna, 26 novembre 2003
Il Presidente della II Corte di diritto pubblico
 
 
 
Drucken nach oben