Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Grössere Schrift
 
Bundesgericht
Tribunal fédéral
Tribunale federale
Tribunal federal
 
{T 0/2}
4A_661/2012
 
Sentenza del 29 novembre 2012
I Corte di diritto civile
 
Composizione
Giudice federale Klett, Presidente,
Cancelliere Piatti.
 
Partecipanti al procedimento
A.________ SA,
ricorrente,
 
contro
 
B.________ AG,
patrocinata dall'avv. Gardo Petrini,
opponente.
 
Oggetto
locazione di una stazione di servizio,
 
ricorso contro la sentenza emanata il 2 ottobre 2012 dalla II Camera civile del Tribunale d'appello del
Cantone Ticino.
 
Considerando:
che il 12 novembre 2001 la A.________ SA ha dato in locazione alla B.________ AG una stazione di servizio edificata su un fondo di sua proprietà a X.________ per un corrispettivo di 5 centesimi netti per ogni litro di carburante venduto con servizio alla clientela, ridotto a 4 centesimi netti in assenza di tale servizio;
che con un annesso accordo la locatrice si era impegnata ad occuparsi dell'assistenza e del servizio alla clientela nonché a riversare alla conduttrice i proventi dalla vendita del carburante, di proprietà di quest'ultima e su cui era poi calcolato il corrispettivo;
che dopo aver riscontrato ammanchi nel versamento degli incassi, la conduttrice ha escusso la locatrice per ottenere il pagamento di fr. 57'741.25;
che la susseguente procedura giudiziaria iniziata con un'azione di disconoscimento del debito, poi tramutata in azione di ripetizione dell'indebito, si è conclusa con una decisione del Pretore della giurisdizione di Mendrisio-sud sfavorevole alla locatrice, in cui questa viene pure condannata a rifondere ripetibili alla convenuta;
che con sentenza 2 ottobre 2012 la II Camera civile del Tribunale di appello del Cantone Ticino ha dichiarato inammissibile, per carenza di motivazione, un appello presentato dalla A.________ SA;
che a titolo abbondanziale la Corte cantonale ha ritenuto l'appello pure infondato, la conduttrice non essendo obbligata a sorvegliare i gestori della stazione di servizio, legati contrattualmente alla locatrice, e l'importo di fr. 57'741.25 rivelandosi "reale e giustificato";
che con ricorso in materia civile del 3 novembre 2012 la A.________ SA postula l'annullamento della sentenza di appello, l'accoglimento della petizione e la condanna della conduttrice alla restituzione di fr. 57'741.25, oltre interessi;
che con lettera del medesimo giorno la ricorrente ha pure postulato il conferimento dell'effetto sospensivo al gravame per quanto attiene all'obbligo di rimborsare ripetibili;
che non è stato ordinato uno scambio di allegati scritti;
che giusta l'art. 42 cpv. 2 LTF nella motivazione del ricorso occorre spiegare perché l'atto impugnato viola il diritto;
che quando come nella fattispecie la sentenza impugnata si fonda su due motivazioni alternative e indipendenti, il ricorrente deve confrontarsi con entrambe, sotto pena di inammissibilità del ricorso, e il rimedio di diritto può unicamente essere accolto se le critiche volte contro entrambe le motivazioni si rivelano fondate (DTF 133 IV 119 consid. 6.3 e rif.);
che in concreto il gravame non soddisfa le predette esigenze, la ricorrente limitandosi a indicare i motivi per cui ritiene ingiustificata la pretesa della conduttrice, ma non censura minimamente l'argomentazione principale della sentenza impugnata, secondo cui l'appello era irricevibile per la sua carente motivazione;
che in queste circostanze il ricorso, manifestamente non motivato in modo sufficiente, si appalesa inammissibile e va deciso dalla Presidente della Corte nella procedura semplificata (art. 108 cpv. 1 lett. b LTF);
che con l'evasione del gravame la domanda di effetto sospensivo è divenuta caduca;
che le spese giudiziarie seguono la soccombenza (art. 66 cpv. 1 LTF);
 
per questi motivi, la Presidente pronuncia:
 
1.
Il ricorso è inammissibile.
 
2.
Le spese giudiziarie di fr. 500.-- sono poste a carico della ricorrente.
 
3.
Comunicazione alle parti e alla II Camera civile del Tribunale d'appello del Cantone Ticino.
 
Losanna, 29 novembre 2012
 
In nome della I Corte di diritto civile
del Tribunale federale svizzero
 
La Presidente: Klett
 
Il Cancelliere: Piatti
 
 
 
 
Drucken nach oben