Avis important:
Les versions anciennes du navigateur Netscape affichent cette page sans éléments graphiques. La page conserve cependant sa fonctionnalité. Si vous utilisez fréquemment cette page, nous vous recommandons l'installation d'un navigateur plus récent.
Retour la page d'accueil Imprimer
Ecriture agrandie
 

Regesto

Determinazione del ritorno a miglior fortuna; decisione emanata in procedura sommaria giusta l'art. 265a cpv. 1 LEF; qualifica di decisione finale in materia di esecuzione e fallimento (art. 72 cpv. 2 lett. a e art. 90 LTF); valore litigioso minimo (art. 74 cpv. 1 lett. b LTF); esaurimento delle istanze cantonali (art. 75 cpv. 1 LTF); l'istanza precedente non un tribunale cantonale superiore (art. 75 cpv. 2 LTF).
Una decisione emanata in applicazione dell'art. 265a cpv. 1 LEF una decisione finale in materia di esecuzione e fallimento (consid. 1.1). Il ricorso in materia civile contro una tale decisione soggiace all'esigenza del valore litigioso minimo secondo l'art. 74 cpv. 1 lett. b LTF (consid. 1.2).
Nella misura in cui una determinata censura possa essere trattata nel quadro della procedura ordinaria giusta l'art. 265a cpv. 4 LEF e un eventuale vizio possa cos venir eliminato, la decisione emanata in applicazione dell'art. 265a cpv. 1 LEF non pu essere impugnata separatamente, non essendo ossequiato il requisito dell'esaurimento delle istanze cantonali. La decisione invece di ultima istanza cantonale qualora venga fatta valere la violazione del diritto di essere sentito (consid. 1.3).
Il giudice che statuisce definitivamente nella procedura secondo l'art. 265a cpv. 1 LEF non un tribunale cantonale superiore (consid. 1.4).

contenu

document entier:
résumé partiel: allemand français italien

références

Article: art. 265a cpv. 1 LEF, art. 74 cpv. 1 lett. b LTF, art. 72 cpv. 2 lett. a e art. 90 LTF, art. 75 cpv. 1 LTF suite...

navigation

Nouvelle recherche