Avis important:
Les versions anciennes du navigateur Netscape affichent cette page sans éléments graphiques. La page conserve cependant sa fonctionnalité. Si vous utilisez fréquemment cette page, nous vous recommandons l'installation d'un navigateur plus récent.
Retour Ó la page d'accueil Imprimer
Ecriture agrandie
 

Regesto

Art. 27 cpv. 1, art. 41 cpv. 1 e 3 LCit, art. 12 seg. PA; annullamento della naturalizzazione; ripartizione dell'onere della prova; estensione della nullitÓ della naturalizzazione ai membri della famiglia.
Condizioni per l'acquisto della cittadinanza svizzera e per l'annullamento della naturalizzazione agevolata (consid. 2).
L'onere della prova che una naturalizzazione Ŕ stata ottenuta in modo fraudolento spetta all'amministrazione. ╚ quindi sufficiente che l'interessato, nell'ambito del suo obbligo di collaborazione, adduca uno o pi¨ motivi che lascino apparire come plausibile che al momento determinante della presentazione della domanda e della decisione di naturalizzazione egli viveva in unione coniugale stabile con il coniuge svizzero e che non abbia mentito al riguardo (consid. 3).
In concreto, la naturalizzazione Ŕ stata ottenuta in maniera fraudolenta, per il tramite di indicazioni della ricorrente consapevolmente contrarie alla veritÓ sull'esistenza di un'unione coniugale con il coniuge svizzero (consid. 4).
L'annullamento della naturalizzazione non si estende imperativamente a tutti i membri naturalizzati della famiglia. Nel quadro dell'esame della questione di sapere se l'annullamento della naturalizzazione ottenuta in modo fraudolento debba estendersi a quella dei membri della famiglia, le autoritÓ devono lasciarsi guidare dalla Costituzione come pure dal senso e dallo scopo della legge sulla cittadinanza (consid. 5).

contenu

document entier:
résumé partiel: allemand français italien

références

Article: art. 41 cpv. 1 e 3 LCit

navigation

Nouvelle recherche