Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Gr÷ssere Schrift
 

Regesto

Art. 26 cpv. 2 Cost. e art. 5 cpv. 2 LPT; espropriazione materiale; probabilitÓ di realizzazione di un migliore uso futuro del fondo; violazione da parte dell'autoritÓ del principio della buona fede.
Se il Comune non ha adempiuto il suo obbligo di urbanizzazione, nonostante avesse attribuito il fondo nel 1984 a una zona edificabile conforme al diritto federale, Ŕ insostenibile ch'esso neghi una sufficientemente accertata alta probabilitÓ di edificarlo a causa della mancata urbanizzazione ed ammetta nel contempo un errore di pianificazione. La mancata probabilitÓ di tale realizzazione non pu˛ essere rimproverata al ricorrente. Visto che il dezonamento non Ŕ di per sÚ contestato, deve essere in concreto riconosciuto un caso di espropriazione materiale (consid. 3).
Rinvio della causa al Tribunale amministrativo per una nuova decisione sulle spese processuali e sulle ripetibili e alla Commissione cantonale di espropriazione per la fissazione dell'indennitÓ di espropriazione materiale (consid. 4).

Inhalt

Ganzes Dokument
Regeste: deutsch französisch italienisch

Referenzen

Artikel: Art. 26 cpv. 2 Cost., art. 5 cpv. 2 LPT