Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Gr÷ssere Schrift
 

Regesto

Art. 98 cpv. 4 CC e art. 67 cpv. 3 OSC; art. 12 CEDU e art. 14 Cost.; art. 14 cpv. 1 LAsi; esigenza di provare la legalitÓ del soggiorno in Svizzera durante la procedura preparatoria del matrimonio; compatibilitÓ di questa esigenza con la garanzia del diritto al matrimonio; principio dell'esclusivitÓ della procedura d'asilo.
Pu˛ essere derogato al principio dell'esclusivitÓ della procedura d'asilo solo in presenza di un diritto "manifesto" a un'autorizzazione di soggiorno (richiamo della giurisprudenza; consid. 3.1). PoichÚ l'ufficiale dello stato civile non pu˛ celebrare il matrimonio di un fidanzato straniero che non ha provato la legalitÓ del suo soggiorno in Svizzera (art. 98 cpv. 4 CC e art. 67 cpv. 3 OSC), l'autoritÓ di polizia degli stranieri deve rilasciargli un'autorizzazione di soggiorno temporanea in vista del matrimonio quando non vi sono indizi di abuso di diritto e appare chiaramente che, tenuto conto della sua situazione personale, l'interessato adempirÓ le condizioni di ammissione in Svizzera non appena sposato (applicazione per analogia dell'art. 17 cpv. 2 LStr); questa interpretazione permette di garantire il rispetto degli art. 12 CEDU e 14 Cost. conformemente alla volontÓ del legislatore (consid. 3.4-3.7) ed Ŕ compatibile con il principio dell'esclusivitÓ della procedura d'asilo (consid. 3.8). Applicazione nel caso concreto (consid. 3.9).

Inhalt

Ganzes Dokument
Regeste: deutsch französisch italienisch

Referenzen

Artikel: Art. 98 cpv. 4 CC, art. 67 cpv. 3 OSC, art. 12 CEDU, art. 14 Cost. mehr...