Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Gr÷ssere Schrift
 

Regesto

Art. 41 n. 2 CP. Norme di condotta.
1. La scelta e il contenuto delle norme di condotta devono essere adÚguati al fine della sospensione condizionale della pena, che Ŕ l'emenda duratura del condannato. Essi sono determinati dall'apprezzamento dell'autoritÓ cantonale. Con ricorso per cassazione pu˛ pertanto essere invocato al riguardo soltanto l'abuso di tale potere d'apprezzamento (consid. 1).
2. In caso di guida in stato d'ebrietÓ non costituisce abuso del potere d'apprezzamento tendere ad emendare l'agente influenzando sia il suo comportamento come conducente (obbligo di depositare la licenza di condurre), sia la sua attitudine rispetto all'alcool (patronato) (consid. 2).
3. Laddove le norme di condotta risultino, nel corso della loro attuazione, come troppo rigorose e concretamente inadeguate alla situazione personale del condannato, pu˛ esserne chiesta la modificazione (consid. 2c).

Inhalt

Ganzes Dokument
Regeste: deutsch französisch italienisch

Referenzen

Artikel: Art. 41 n. 2 CP