Wichtiger Hinweis:
Diese Website wird in älteren Versionen von Netscape ohne graphische Elemente dargestellt. Die Funktionalität der Website ist aber trotzdem gewährleistet. Wenn Sie diese Website regelmässig benutzen, empfehlen wir Ihnen, auf Ihrem Computer einen aktuellen Browser zu installieren.
Zurück zur Einstiegsseite Drucken
Gr÷ssere Schrift
 

Regesto

Art. 231 e 233 CPP; art. 31 cpv. 3 Cost. e art. 5 n. 3 CEDU; carcerazione di sicurezza durante la procedura dinanzi al tribunale d'appello; autoritÓ competente e proporzionalitÓ.
Nonostante il testo dell'art. 233 CPP, non Ŕ contrario al senso e allo scopo di questa disposizione considerare la direzione del procedimento di appello come organo composto di magistrati diversi e distinguere in seno alla stessa autoritÓ i giudici che statuiscono sulle questioni di carcerazione da quelli che esaminano la causa nel merito (consid. 2).
Nel suo esame della proporzionalitÓ della carcerazione durante la procedura dinanzi al tribunale d'appello, il giudice della carcerazione adito giusta l'art. 231 segg. CPP non pu˛ fare astrazione dell'appello presentato dal pubblico ministero al fine di chiedere un aggravio della pena. Ci˛, anche se non deve di principio esaminare nel dettaglio la fondatezza del giudizio e della pena pronunciata in prima istanza. Deve analizzare prima facie la verosimiglianza delle possibilitÓ di successo dell'iniziativa dell'accusa (consid. 3).

Inhalt

Ganzes Dokument
Regeste: deutsch französisch italienisch

Referenzen

Artikel: Art. 231 e 233 CPP, art. 31 cpv. 3 Cost., art. 5 n. 3 CEDU