Avis important:
Les versions anciennes du navigateur Netscape affichent cette page sans éléments graphiques. La page conserve cependant sa fonctionnalité. Si vous utilisez fréquemment cette page, nous vous recommandons l'installation d'un navigateur plus récent.
Retour Ó la page d'accueil Imprimer
Ecriture agrandie
 

Regesto

ResponsabilitÓ del vettore. Convenzione di Varsavia del 12 ottobre 1929 (testo dell'Aia). Regolamento di trasporto aereo del 3 ottobre 1962 (RTA) (testo del 1o giugno 1962).
L'effetto della subrogazione in caso di pagamento da parte dell'assicuratore Ŕ soggetto al diritto applicabile al contratto d'assicurazione.
La questione di sapere se il giudice cantonale ha rettamente determinato il diritto straniero applicabile, fra i diversi proponibili, non Ŕ di diritto federale (consid. 1a).
La validitÓ materiale della cessione deve essere giudicata in applicazione del diritto disciplinante il credito ceduto (conferma della giurisprudenza; consid. 1 b).
Art. 1 cpv. 2 della Convenzione di Varsavia. ApplicabilitÓ. Nel caso che questa convenzione non sia applicabile, Ú determinante il diritto della sede della compagnia aerea (consid. 2).
Secondo l'art. 8 RTA, le disposizioni della Convenzione di Varsavia sono applicabili anche a trasporti non soggetti alla medesima; le disposizioni del RTA si applicano solo a titolo completivo (consid. 3).
La responsabilitÓ limitata del vettore Ŕ esclusa, se i presupposti dell'art. 22 cpv. lett. a della Convenzione o degli art. 25 della Convenzione e 10 RTA sono adempiuti (consid. 4).
Art. 25 della Convenzione di Varsavia e 10 RTA. Incombe al leso di provare che i presupposti della responsabilitÓ illimitata del vettore sono adempiuti. Le relative norme nulla dispongono sull'apprezzamento delle prove (consid. 5).
L'illimitata responsabilitÓ del vettore non Ŕ data, quando la perdita del carico pu˛ essere attribuita a due fattispecie e quando i presupposti soggettivi degli art. 25 della convenzione e 10 RTA sono adempiuti in un solo caso (consid. 8).
Nel caso particolare, negazione della responsabilitÓ illimitata del vettore (consid. 9 e 10).
La richiesta di risarcimento dell'intero danno include la pretesa al risarcimento limitato di cui all'art. 9 lett. b RTA (consid. 11).