Avviso importante:
Le versioni vecchie di Netscape non sono in grado di mostrare i grafici. La funzionalità della pagina web è comunque garantita. Se volesse utilizzare frequentemente questa pagina, le raccomandiamo di installare un browser aggiornato.
Ritorno alla pagina principale Stampare
Scrittura aggrandita
 

Regesto

Trattato austro-svizzero del 7 dicembre 1875; DF 1961/1970 concernente l'acquisto di beni da parte di persone all'estero.
1. La violazione dell'art. 2 del Trattato austro-svizzero del 1875 non pu essere fatta valere con ricorso al Consiglio federale ai sensi dell'art. 73 cpv. 1 lett. b PAF (consid. 1).
2. La Camera di diritto amministrativo del Tribunale federale competente a conoscere anche d'una pretesa violazione di un trattato internazionale, allorch questa denunciata insieme con un'asserita violazione del diritto amministrativo federale (consid. 1).
Relazione tra il diritto internazionale e il diritto interno.
1. Salvo che egli abbia risolto consapevolmente di emanare una disposizione di diritto interno eventualmente in contrasto con il diritto internazionale, si deve presumere che il legislatore federale abbia voluto rispettare le norme dei trattati internazionali legittimamente conclusi. In caso di dubbio, il diritto interno va interpretato in modo conformo al diritto internazionale (conferma della giurisprudenza; consid. 3).
2. Nel caso del DF 1961/1970, il legislatore federale stato cosciente delle sue eventuali implicazioni in ordine al diritto internazionale. Tale decreto quindi vincolante per il Tribunale federale ai sensi dell'art. 113 cpv. 3 CF (consid. 4).

contenuto

documento intero
regesto: tedesco francese italiano

referenza

Articolo: art. 2 del